Alfabeto Pasolini

AUTORI
Enrico Bottero
23.01.2022

Lega Internazionale per l’Educazione Nuova / Gli innovatori dell’educazione

I bambini e i ragazzi sono persone   Fino al XVIII secolo il bambino e il giovane erano considerati forme imperfette di umanità predisposte al male, al vizio, dunque vicine all’animalità. L’educazione era una forma di correzione dell’animalità originaria del bambino per fargli acquisire la virtù e il dominio di sé. I luoghi educativi dovevano essere chiusi e separati dalla vita reale. Non è un caso, dunque, che le scuole dell’Ancien Régime siano state costruite sul modello del chiostro e del convento: è nei collegi dei gesuiti e nelle scuole lasalliane che nasce quella che oggi viene chiamata la «forma scolastica» (insegnamento simultaneo e collettivo, classi omogenee per età, valutazione numerica, ecc.).    Nel XVIII secolo inizia però ad affermarsi una nuova idea dell’...